Avventure Trentino Alto Adige,  Le mie avventure

Da Passo Coe a Monte Maggio: escursione sull’Alpe Cimbra

croce monte maggio
Croce Monte Maggio

Quello della scorsa domenica è stato un piacevole itinerario sull’Alpe Cimbra in Trentino fra storia, natura e… neve! Una camminata rilassante dopo una più impegnativa. Il percorso infatti non presenta particolari difficoltà se non con la neve. Noi abbiamo trovato al 20 marzo neve e ghiaccio lungo il sentiero per cui per maggiore sicurezza potrebbero essere utili i ramponcini (forse ti può interessare anche questo articolo qui).

Il periodo consigliato è primavera-autunno, in questo modo si può anche visitare Base Tuono che al momento è ancora chiusa. Si tratta di un itinerario di circa 350 m di dislivello positivo e circa 10 km dì lunghezza. Dunque, partiamo?

verso il monte maggio

L’itinerario verso il Monte Maggio

Arrivati a Passo Coe, Folgaria, abbiamo parcheggiato l’auto nei pressi del laghetto dove si trova il bar Hanger.

È subito visibile Base Tuono, simbolo della Guerra Fredda in Italia, oggi museo visitabile ( qui trovi le aperture)

Fu attiva dal 1966 al 1978 e fu una base missilistica dell’aeronautica militare italiana e della NATO.

base tuono passo coe
Base Tuono

Contrariamente al giro che percorre la maggior parte delle persone, da Base Tuono abbiamo proseguito verso il giardino Botanico (indicazioni) lasciando successivamente il sentiero per il giardino a dx e proseguendo verso Monte Maggio. I sentieri incrociano, in caso di neve, la pista da fondo sulla quale è vietato camminare o ciaspolare. Il sentiero si immette poi sulla vecchia strada militare che taglia il pendio e in poco tempo arriviamo alla Cima del Monte Maggio 1856 m dove un tempo correva il confine fra il Regno d’Italia e l’Impero Austroungarico.

Indicazioni monte maggio
Monte Maggio

Nei dintorni della cima dove è posta un’altissima croce in metallo, si trovano i resti delle vecchie trincee di guerra. Tira molto vento ed è freschetto ma siamo temerari. Un gruppo di amici scattano le foto di rito vicino alla croce, noi aspettiamo il nostro turno. Dopo pochi minuti la cima è tutta nostra e ce la godiamo così, in silenzio, con il solo soffio del vento che scompiglia capelli e ghiaccia il naso. I momenti più belli. Qualche foto anche per noi e poi esploriamo i dintorni. Osserviamo il panorama che è davvero bello, il Pasubio, la valle dei Laghi e Posina, Passo Coe, l’Altopiano di Asiago…

verso monte maggio
La croce del Monte Maggio

Il ritorno lo abbiamo fatto dallo stesso sentiero di andata ma non abbiamo seguito per posso Coe bensì lungo la strada militare fino ad arrivare a Malga adonta, conosciuta anche perché nel 1944 i nazisti ucciwrto 17 partigiani e malgari. La malga si trova a pochi minuti dal parcheggio che raggiungiamo velocemente concludendo il nostro giretto.

Il ritorno lo abbiamo fatto dallo stesso sentiero di andata ma non abbiamo seguito per passo Coe bensì la strada militare fino ad arrivare a Malga Zonta, conosciuta anche perché nel 1944 i nazisti uccisero 18 fra partigiani e malgari.

La malga si trova a pochi minuti dal parcheggio che raggiungiamo velocemente concludendo il nostro giretto. Vale la pena di fare questa escursione dopo aprile, in modo da poter visitare anche Base Tuono.

Vi lascio qui sotto il video del giro che trovate sul mio canale YouTube Passi Sospesi, buona visione!

Youtube Monte Maggio

Ciao! Sono Stefy, qui trovi la mia passione per la montagna a 360°!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.