Storia&Montagna

Inaugurazione Bivacco Carlo Buffa di Perrero

Bivacco Carlo Buffa di Perrero
Bivacco Carlo Buffa di Perrero

Doveva essere fatto il 17 settembre ma la neve non lo ha permesso. Il primo ottobre presso l’hotel Argentina a Cortina ho avuto l’onore di partecipare all’inaugurazione del bellissimo bivacco a 5 stelle intitolato al Col. Carlo Buffa di Perrero Medaglia d’oro e argento al Valor Militare.

Fra i presenti il Generale di Corpo d’Armata Ignazio Gamba e il vicecomandante Generale Risi, il presidente dell’Ana Cortina, il sindaco di Cortina Lorenzi. Ospiti d’onore il nipote e pronipote del Col. Carlo Buffa di Perrero.

La parola al Generale Gamba
La parola al Generale Gamba

Il Bivacco, ex caserma militare

Lungo la ferrata Dibona sul Monte Cristallo – Dolomiti, si trova l’ex caserma militare degli Alpini durante il Primo Conflitto Mondiale. In seguito fu sistemata e adibita a bivacco per gli alpinisti di passaggio. Si trova a circa 2700 m nei pressi del Vecio del Forame su forcella Padeòn. La caserma, così incastonata nella roccia, era una solida fortezza contro gli attacchi del nemico.

Il bivacco prima dei lavori
Il bivacco prima dei lavori

Il posto non è facile da raggiungere se non attraverso la ferrata Dibona che ho salito per la prima volta a fine agosto, appena terminati i lavori di ristrutturazione del bivacco. È perfettamente incastonato dentro la montagna in una posizione favolosa anche se usare questo termine ripensando agli avvenimenti del ’15 – ’18 non è il termine adatto. Oggi guardiamo agli ex percorsi militari e di guerra, ai resti e alle testimonianze di guerra affascinati. Cosa mai sono riusciti a costruire in quegli anni lassù, su creste e sentieri esposti, con attrezzatura pressoché inesistente? Lassù hanno trascorso anni terribili, dove il nemico numero uno erano il freddo, il gelo e la neve e poi semmai l’avversario. Oggi sono percorsi entusiasmanti , adrenalinici che regalano viste mozzafiato sulle cime circostanti. Non dobbiamo però scordare gli avvenimenti passati.

Il nipote di Carlo Buffa di Perrero

il nipote di carlo buffa di perrero
Il nipote

Fra le illustri presenze della serata mi ha particolarmente emozionato l’intervento del nipote del Col. Carlo buffa di Perrero. Ha potuto conoscere il nonno solo attraverso le lettere che egli mandava al figlio. Storie commoventi, storie vere, storie che ci insegnano a ricordare. Sempre. La storia è importante e ciò che è successo lassù nemmeno lo possiamo immaginare.

Nel 1915 importanti furono le imprese del Col. Carlo Buffa di Perrero, un comandante sempre in prima linea durante gli attacchi, cosa che non era consueta al tempo. Al comando del Battaglione Cadore del 7° Alpini, in prima linea condusse l’assalto lungo una precaria cresta nevosa e fu ferito poco sopra il cuore. Il proiettile per fortuna uscì, si tamponò la ferita come poteva e rimase in prima linea con i suoi uomini per altri due giorni senza abbandonare il comando. Mori in seguito sul Carso nel 1916.

I lavori al bivacco

il bivacco prima e dopo

I lavori di ristrutturazione sono iniziati grazie agli Alpini in armi del 6° Reggimento Alpini con il loro comandante Col. Italo Spini.(in foto)

il colonello Italo Spini
Col. Italo Spini

Il bivacco era già stato ristrutturato nel 1972 ma da due anni era inagibile a causa del crollo del tetto che copiose nevicate avevano distrutto.

Le condizioni del bivacco prima dell'intervento di ristrutturazione
Le condizioni del bivacco prima dell’intervento di ristrutturazione

L’intervento di ristrutturazione è stato un lavoro grandioso e faticoso. Pensiamo solo alla quota dove sono stati svolti i lavori. Un’impresa alpinistica, un gran lavoro di squadra oltre che una ristrutturazione che ha reso nuovamente accessibile il bivacco, un hotel a 5 stelle in alta montagna.

durante i lavori
Durante i lavori

Ancora una volta la montagna unisce e insegna. La montagna, spettatrice silenziosa delle sofferenze dei soldati durante la guerra e delle gioie dei nostri valorosi Alpini nel vedere completato il loro grande progetto: il bivacco Buffa di Perrero ha ripreso vita!

Il nuovo Bivacco Carlo Buffa di Perrero
Il nuovo Bivacco Carlo Buffa di Perrero

Spetta anche a noi, alpinisti e appassionati di montagna, ad avere cura di questi luoghi preziosi. Lasciamo bivacchi e sentieri come li abbiamo trovati per preservare il più a lungo possibile queste grandi opere.

Ti lascio qui il video Youtube della ferrata Dibona in cui si vedono alcune immagini del Bivacco Buffa di Perrero.

Tantissimi sono gli itinerari storici da percorrere, molto conosciuta sulle Piccole Dolomiti è la Zona Sacra del Monte Pasubio. Trovi l’articolo qui.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.